Il sito utilizza cookies propri e di terze parti. Utilizziamo i cookie per migliorare la navigazione sul sito.

  • Slide20
  • 1
  • 2
  • Slide8
  • Slide1
  • Slide2
  • Slide3
  • Slide4
  • Slide5
  • Slide6
  • Slide7
  • Slide9
  • Slide10
  • Slide11
  • Slide12
  • Slide16
  • Slide17
  • Slide18
Ho ascoltato l’intervento di Donna Giorgia, ma oltre ai dB inutilmente elevati, quasi parlasse da Palazzo Venezia, e tanto da sembrare un poco l’arrotino di Piazza Erbe (quando ancora c’era), non ho colto alcuna proposta programmatica percorribile, se non quella di avere, oltre al cilindro, anche la bacchetta magica. Un effluvio di trucchi retorici e popolar pandemici che davvero ho fatto fatica a digerire. E si sa che, con l’epa che ho, non no particolari problemi. Questa volta a dispetto di altre occasioni mi è sembrata scomposta come una ginnasiale al primo bacio. Saluti.   Fabio Bristot - Rufus
Per la cecità del cuore non vedemmo questo tramonto  e la coperta di stelle calde che abbracciava il mondo. Ci svegliammo più tristi, certi di aver perso ancora un giorno.   Fabio Bristot Rufus
La differenza tra la supponenza degli inglesi e il sangue più caldo (e casinaro) degli italiani è anche questa: Enea porta il vecchio padre (Anchise), paralizzato alle gambe, sulla schiena perché vuole salvarlo in quanto anziano.... gli inglesi vogliono invece l'immunità di gregge. Il simbolo che ci lega a questa gruppo marmoreo è evidente quello di salvare una stirpe, un popolo indifferentemente dall'età in gioco. Fosse stato anche un disabile o un minus habens Enea lo avrebbe salvato e portato con sè. Noi di certo usciremo con le ossa rotte, anzi usciremo politraumatizzati, e avremo in eredità un PIL devastato da un fortissimo ribasso, ma avremo fatto il massimo per salvare quante più persone possibili, nessuna esclusa con un'etica assai diversa da quella del gregge. Orgoglioso, dunque, di essere italiano, veneto e soprattutto bellunese. Per concludere, mi verrebbe da dire... Dio salvi la regina, ma anche tutti i cortigiani!!!  …
Mantenere la distanza di sicurezza può salvarti la vita.Non solo in autostrada.(Anonimo) Per il coronavirus niente baci e abbracci, distanza di sicurezza di due metri e stop alle manifestazioni sportive. Praticamente la vita dopo il matrimonio.(pirata_21, Twitter) E comunque noi asociali la distanza di sicurezza e l’autoisolamento lo facevamo già da prima del coronavirus.(Anonimo) – Mi ami?– Sì, se mantieni la distanza di sicurezza.(L’Amore ai tempi del coronavirus)(GMartelloni, Twitter) Io e te a un metro di distanza.(Anonimo) In fondo il virus è la metafora dei social.Amiamo la condivisione ma a distanza di sicurezza.(dan_grossi, Twitter) Le persone a un metro di distanza le tenevo anche prima del Coronavirus, solo che adesso ho una scusa.(alecerio, Twitter) Al bar si dovrà stare a un metro di distanza. Il famoso caffè lungo.(Microsatira, Twitter) Prima della mascherina dovremmo comprarci il metro da falegname per misurare la distanza di sicurezza.(Fragmentarius) Tenere a distanza di sicurezza le…
Reina Caterina Cara Caterina, riscrivo volentieri, perché le ho rivissute del tutto identiche, alcune impressioni già provate lo scorso anno a Londra... Volevo solo ringraziarti per questa bella vacanza che ci siamo dedicati passando qualche giorno, assieme, a Madrid. Giornate intense come non credevo e che già ora mi mancano.Un viaggio intenso, ricco di emozioni e di cose straordinarie che abbia potuto ammirare e conoscere fianco a fianco. Un viaggio anche un po’ faticoso nel desiderio di imprimere nella memoria quante più cose belle fosse possibile scorgere, poco più in là di noi; quanti più volti e modi di vivere diversi ci fossero nel mondo, appena oltre il nostro sguardo.Tante meraviglie e situazioni, dunque, che abbiamo visto assieme e che mi hanno offerto gioia smisurata.Ma ancora più felicità è aver potuto trascorrere, come non era mai successo, tanto tempo con te.Un tempo di estrema qualità, conoscendo meglio il tuo carattere,…
Posto che quanto in seguito descritto è già stato segnalato dai residenti di Cavessago e dal sottoscritto per le vie brevi senza che vi sia stato esito di sorta, tanto più considerato che il tempo trascorso e le precipitazioni piovose dell’autunno/inverno, grazie all’effetto del canale di drenaggio/scolo (vedasi foto), hanno reso di fatto impraticabile la strada in oggetto richiamata, provocandone un evidente, grave ammaloramento; verificato che l’ammaloramento ha provocato un solco che in alcuni punti raggiunge i 50/60 cm. di altezza, ha rimosso tutto il pietrame grossolano che prima garantiva comunque la pavimentazione e che lo stesso tratto, senza un intervento mirato, non potrà che peggiorare come è già avvenuto dal momento della prima segnalazione ad oggi; precisato che, solo in concomitanza della realizzazione di quel canale di drenaggio/scolo (vedasi foto), si è venuta a creare questa situazione, in quanto lo stesso capta le acque meteoriche di tutto il versante…
OGGETTO: Interrogazione a risposta scritta e orale circa le condizioni manutentive ed igienico sanitarie dello stabile degli uffici e magazzini comunali sito a Marisiga. Ricordato che nel 2013 e, successivamente, anche nel 2015 avevo sottoposto ai competenti Assessori ai LL.P. la complessiva problematica degli stabili denominati “Magazzini di Marisiga, dove hanno in realtà sede uffici, magazzini, autofficine e laboratori, oltre che depositi di materiali inerti ed altri materiali in ordine alla necessità di addivenire ad una programmazione pluriennale di interventi per garantire le doverose manutenzioni straordinarie e l’adeguamento a tutte le norme previste per lo stabile considerato, anche in ragione delle molteplici funzioni/servizi là effettuati dal Comune di Belluno; ricordato che avevo anche segnalato, pur trattandosi di aspetto minore rispetto alle criticità testè menzionate, il marcato deterioramento del muro, lato est, dei “Magazzini di Marisiga”e addirittura la presenza di arbusti sul tetto, senza che nessuno avesse nel frattempo (2013) mai…

© Fabio Bristot | Tutti i diritti riservati

M: fabio.bristot@gmail.com | T: +39 347 6464646

Area Riservata

1.png7.png8.png1.png9.png5.png
Sabato, 16 Ottobre 2021